Non lamentarti, trova la soluzione

 

Non lamentarti, trova la soluzione

SOCIAL INNOVATION LAB

Azerbaijan | Baku

Ho trascorso più di 3 anni in Malesia, che è uno dei paesi più attivi in ​​termini di imprenditoria sociale - racconta Jasur Hasanov, Head Coach e manager di Social Innovation Lab. Li, ho seguito molti workshop e corsi di formazione, cercando di saperne di più sulle imprese sociali. Ho creato molti contatti. Nel 2016 sono tornato in Azerbaigian. Ho iniziato a organizzare eventi per trasmettere le mie conoscenze e esperienze ad altri. Abbiamo lanciato due Boot Camp sull’imprenditoria sociale – eventi di una giornata intera. Di solito la maggior parte dei partecipanti non ha mai sentito parlare di imprenditoria sociale. Quindi, per prima cosa ne spieghiamo il concetto, quindi discutiamo diversi problemi sociali dell'Azerbaigian. Una volta scelto il problema su cui vogliono lavorare applicano il Design Thinking per trovare soluzioni e le inseriscono in un Business Model Canvas. Poi diamo ai partecipanti le basi per fare una buona presentazione, ed infine ogni progetto viene esposto ad una giuria che viene alla fine del campo per ascoltare e dare feedback. I gruppi più appassionati, interessati a portare avanti l'idea,vengono invitati al programma di incubazione.

 

Abbiamo incontrato alcune delle loro start-up durante i workshop preparati per Social Innovation Lab. Sono tutte create da studenti universitari, che in questo modo hanno la possibilità di toccare con mano cosa significa aprire un business sociale.

 

Social Innovation Lab supporta ad esempio Papillon, che fa upcycling o, come lo chiamano loro, artcycling. Hanno già iniziato a generare dei ricavi. Hanno fatto una esposizione nella quale hanno venduto più della metà dei loro articoli. Quattro membri del team sono studenti, ora iniziano a collaborare anche con dieci volontari. Un'altra start-up piuttosto nuova, chiamata Mirvari, usa abiti vecchi per produrre borse. Learn for Change, un’altra delle nostre start-up, offre diversi tipi di lezioni, ad esempio lingua russa o lezioni di guida, a basso prezzo, accessibili agli altri studenti. Il 25% delle entrate viene donato ai senzatetto.

 

Jasur stesso ha la sua start-up sociale.

 

La mia start-up si chiama BeBonobo. I bonobo sono gli animali più generosi del mondo. A loro piace allargare la loro rete sociale e fare nuove amicizie e lo fanno condividendo di cibo - banane e mele. Condividono non con i bonobo della propria comunità ma con bonobo sconosciuti. Il nostro nome è BeBonobo, Sii come un Bonobo. Incoraggiamo le persone a condividere. Conosci il freecycling? Le persone condividono cose gratis tra loro, ci sono molte piattaforme che lo consentono. Il nostro concetto è simile, ma cerchiamo di rendere l'esperienza più semplice. Sul nostro sito web è possibile trovare oggetti gratis nei dintorni. Se vuoi dare via la tua roba ci sono due opzioni: o in modo gratuito o per un albero. Se decidi per l'opzione albero, la persona che vuole quel dato oggetto deve pagare 3$ alla piattaforma, che li usa per piantare un albero. Ne abbiamo già piantati 18. Per il momento abbiamo sospeso l'opzione albero per concentrarci innanzitutto a popolarizzare il concetto di condivisione gratuita. Sta andando davvero bene.

 

E cosa è necessario per farla andare bene?

 

Iniziare dal "perché": perché vuoi farlo? Se fai qualcosa che non è collegato ai tuoi valori ti arrenderai alla svelta. In primo luogo, definisci i tuoi valori. E poi mettili in pratica. Abbiamo un detto in Azerbaigian: non lamentarti, trova la soluzione. Così tante persone si lamentano ma non fanno nulla per risolvere i problemi. Lamentarsi di problemi che non puoi risolvere significa perdere tempo. Piuttosto, identifica il problema che puoi risolvere e incomincia a lavorarci.

 

Maggiori informazioni su Social Innovation Lab: socialinnovationlab.az

Share on Facebook
Please reload

RELATED | POWIĄZANE

Please reload

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon

YouTube

We are Anna and Andrea, a Polish-Italian couple traveling around the world. We are looking for changemakers,

in order to describe and share their stories.

Our journey is based on exchange: story telling and other skills in exchange for a place to sleep and food. 
 

Join the GoodNewsLetter