Machu Picchu - Andare o non andare?

Ne vale davvero la pena?

 

Da quando siamo entrati in Perù abbiamo ricevuto messaggi da diverse persone che raccontavano quanto avessero sempre sognato di andare a Machu Picchu. È diventato un posto incredibilmente famoso e turistico. Quasi d’obbligo, se ti capita di visitare il Sud America. Quindi siamo andati. E, beh, è ​​un posto molto bello, soprattutto considerando la sua posizione. È anche misterioso e colmo di un’energia decisamente interessante. Ma ci sono alcune cosine che rendono molto difficile gustarlo a pieno.

 

Prima di tutto, la folla. Un'incredibile quantità di persone. Con le nuove regole, Machu Picchu può ospitare ogni giorno fino a 7.000 visitatori. È difficile goderselo, meditare, ritagliarsi un angolino calmo e persino fare una bella foto, con tutte quelle persone intorno.

 

In secondo luogo, è super-costoso. È letteralmente il posto più costoso che abbiamo visitato durante i nostri 3 anni di viaggio. E, tutto sommato, non il più bello. Ad esempio, Angkor Wat è secondo noi più impressionante e costa circa la metà.

 

In terzo luogo, ci sono meravigliosi posti nella Valle Sacra e nei dintorni che sono meno conosciuti, e altrettanto incredibili. Trascurati dai più, giacciono calmi, deserti e gratuiti (o ragionevolmente economici).

 

Infine, raggiungere Machu Picchu potrebbe essere persino più costoso del sito stesso. Ci sono molte opzioni, nessuna particolarmente appetibile:

 

• Pacchetto in agenzia:

Le millemila agenzie di viaggi di Cusco offrono diverse alternative. Puoi scegliere di affrontare il Cammino Inca, ma solo con una guida e una pletora di facchini (eventualmente ci sono altri percorsi che puoi percorrere privatamente). Puoi scegliere un viaggio di 2 giorni, anche se significa avere poco tempo a Machu Picchu (circa 3 ore e dimenticati di andare a Montaňa o Huayna Picchu). Qualunque cosa tu scelga, l’agenzia organizza tutto il necessario: trasporto, ostello ad Aguas Calientes, biglietto d'ingresso, e così via. Se preferisci questa opzione, non prenotare MAI prima di venire a Cusco, a meno che pagare cinque volte di più sia l’ultimo dei tuoi problemi. Riceverai mille offerte non appena metterai piede in città. Siamo arrivati a Cusco in alta stagione, alla fine di giugno, e abbiamo organizzato tutto (incluso il biglietto per il sito) solo un giorno prima del viaggio.

Quasi dimenticavo. Come regola generale, se prediligi confort e sicurezza offerti da un'agenzia turistica cerca di prenderne una che pratichi turismo sostenibile, come Amazonas Explorer.

 

• Treno:

Non essendoci strade, il modo più semplice per raggiungere Machu Picchu è il treno. Ma è anche incredibilmente costoso. Se parti da Cusco, paghi circa 80-100$ per coprire i 100 km. Per noi non ha senso, ma molte persone lo fanno. Se prendi il treno a Ollantaytambo, raggiungendolo via bus, riduci il costo a 60$. Per la stessa distanza la gente del posto paga 10 soles (3$) !!! Il treno è lento, impiega circa 3h30 per l'intero tragitto, ma la vista deve essere mozzafiato.

 

• Autobus:

Puoi prendere un autobus per Hidroelectrica, e da li salire su un treno per Aguas Calientes (35$ per stranieri, ma solo 2 soles per i residenti) o camminare lungo la ferrovia. Noi abbiamo scelto questa opzione.

 

 

 

Come siamo arrivati a Machu Picchu?

 

Dopo molte ricerche e considerazioni, crediamo di aver trovato uno dei modi migliori e più economici, dato che era alta stagione. Ecco come abbiamo fatto:

 

1. Abbiamo acquistato noi stessi il biglietto d'ingresso, prenotandolo prima online e poi andando in un ufficio a Cusco, che ci ha rilasciato la stampa (puoi anche pagare online e stamparlo da solo, ma costa 16 soles in più per la transazione).

Il biglietto base costa 152 soles (50$). Noi abbiamo acquistato anche l'accesso a Montaňa (17$). Il sito offre la possibilità di salire su una delle due vette che lo circondano, che regalano una vista superba dall'alto. Huayna Picchu è più gettonata, più facile e con alcune rovine proprio sulla cima, ma i biglietti di solito sono esauriti con largo anticipo. Quelli per Montaňa invece possono essere acquistati anche un giorno prima.

 

2. Inizialmente avevamo pianificato di andare alla piazza principale di Cusco il giorno stesso del viaggio e prendere qualsiasi minivan/autobus per andare a Hidroelectrica o qualsiasi altro villaggio in quella direzione. Alla fine, però, uscendo dalla biglietteria, un tizio ci ha fatto un’ottima offerta per Hidroelectrica, risparmiandoci la fatica di andare in giro e negoziare con gli autisti all'alba.

 

3. La mattina dopo, verso le 7:00, ci siamo presentati davanti all'agenzia, siamo entrati nel minivan e dopo 6-7 ore (l'autista si è perso per strada a causa di una deviazione) e molte, molte, molte curve, abbiamo raggiunto Hidroelectrica. La strada lascia sbalorditi, attraversando un passo oltre i 4000 mslm, ma mette a dura prova lo stomaco.

 

4. Da Hidroelectrica abbiamo percorso circa 7km lungo la ferrovia fino al campeggio Los Jardines de Mandor, dove abbiamo pernottato. Tutti gli altri hanno continuato a camminare per altri 4 km fino ad Aguas Calientes, dove sono gli ostelli. Anche il nostro campeggio offriva camere ed era un posto molto bello e tranquillo. L'ingresso alla strada che porta a Machu Picchu si trova proprio a metà strada tra il nostro campeggio e Aguas Calientes. Ad essere onesti, non capiamo il motivo di arrivare ad Aguas Calientes, a meno che non si preveda di raggiungere Machu Picchu in autobus la mattina successiva (12$ sola andata).

 

5. Il mattino dopo, verso le 6, abbiamo iniziato a camminare verso Machu Picchu. C’é voluta poco più di 1h30 - 2 km lungo la ferrovia e poi una ripida scalinata che permette di coprire i 400 metri di dislivello - per arrivare all'ingresso del sito.

 

6. Siamo arrivati ​​all’ingresso verso le 7.30, quando la maggior parte della folla era già dentro. Molti cercano di essere lì intorno alle 6 del mattino, quando vengono aperte le porte, per un paio di ragioni. Prima di tutto per vedere l'alba - Non crediamo sia particolarmente interessante li, a meno che non le si attribuisca un significato spirituale – ma anche perché non hanno molto tempo per visitare il sito se vogliono tornare a Cusco in giornata.

 

7. La prima ora abbiamo girato un po’ per capire come funzionano le cose, ma non siamo andati troppo lontano (Machu Picchu ha un sistema di flusso in senso orario, devi camminare su un percorso a senso unico e i custodi ti fermeranno se vai contromano). Ci siamo avviati a scalare Montaňa, dato che avevamo l’ingresso per il turno dalle 9:00 alle 10:00. Siamo arrivati all’entrata verso le 8.30 e ci hanno lasciato salire senza problemi. Tra andare e tornare ci sono volute 4 ore ed è stato piuttosto estenuante. Ne vale la pena, il tempo e il denaro? Mah, non siamo sicuri che col senno di poi... Ci sono altri punti panoramici sulla cittadella e dopo essere saliti a Machu Picchu prima e poi a Montaňa eravamo quasi troppo stanchi per visitare il resto.

 

8. Siamo scesi da Montaňa verso le 12.30, quando la maggior parte delle persone del turno del mattino era già ripartita. Alle 12 inizia il turno pomeridiano, ma di solito c'è meno gente. Ufficialmente, il nostro biglietto sarebbe valido fino a mezzogiorno, ma nessuno lo controlla e cosi siamo rimasti a Machu Picchu fino alle 17.00. Essendo tra gli ultimi a lasciare il posto, alla luce stanca di un tramonto in vallata, ci siamo goduti un'atmosfera più tranquilla. Abbiamo girato molto. Alla ricerca di un po' di riposo, abbiamo avuto il tempo e lo spazio per meditare e riflettere. L'unico particolare è che all'interno del sito non c'è cibo, ne acqua ne servizi igienici, e se esci probabilmente non ti lasciano entrare di nuovo.

 

9. Siamo tornati a piedi al campeggio, raggiungendolo quando era già buio. Siamo rimasti li un'altra notte.

 

10. Il giorno dopo siamo tornati indietro seguendo i binari per raggiungere Hidroelectrica, abbiamo preso il nostro minivan e chiesto all'autista di lasciarci a Urubamba, dove abbiamo iniziato a scoprire l'incantevole Valle Sacra.

 

 

 

Quanto abbiamo pagato a testa?

 

• 200 soles (circa 67$) - biglietto per Machu Picchu + Montaňa

• 50 soles (circa 17$) - autobus per Hidroelectrica

• 20 soles (circa 7$) - due notti in campeggio

• 20 soles (circa 7$) - cibo e acqua portati da Cusco

• 10 soles (circa 3$) - pranzo a Hidroelectrica

 

Totale: 101 $

 

 

 

C’è un modo ancora più economico?

 

Sì. Se vuoi renderlo più economico puoi:

 

• Acquistare il biglietto solo per Machu Picchu, senza andare a Montaňa. L'iconica vista della cittadella merita probabilmente il prezzo, ma l'escursione non è facile e una vista panoramica può essere presa dal sentiero che porta a Puerta del Sol, che è incluso nella tariffa d'ingresso base.

 

• Utilizzare solo trasporti locali. Da Cusco o Urubamba prendi l'autobus per Quillabamba, scendi a Santa Maria, prendi un minivan per Santa Teresa, quindi sali su un taxi comune per Hidroelectrica. Dovrebbe permetterti di tagliare il prezzo del trasporto della metà, specialmente se te la cavi nel negoziare, ma dilata i tempi e ti obbliga a pernottare in uno dei villaggi citati.

 

• Puoi stare solo una notte in campeggio (o anche evitarlo del tutto, ci sono dei bei posti lungo il fiume), ma questo limita un po’ la tua esperienza a Machu Picchu.

 

• Porta cibo con te invece di mangiare nei ristoranti. Il menu costa circa 10 soles, che è il doppio di quello che puoi trovare a Cusco, e per una porzione più piccola.

 

• Alcuni prendono un autobus per Ollantaytambo (2$ da Cusco) e poi seguono la ferrovia per circa 30 km fino ad Aguas Calientes. Abbiamo preso seriamente in considerazione questa possibilità, ma alla fine abbiamo cambiato idea perché non ci ispirava il fatto di incontrare un treno in uno dei tunnel. È illegale da questa parte e gli ufficiali potrebbero lamentarsi. Inoltre, abbiamo sentito parlare di cani aggressivi. Abbiamo fatto i nostri conti e scelto l'altra opzione, ma se questa ti sembra interessante si trovano facilmente informazioni dettagliate su Internet.

 

Per maggiori informazioni puoi sempre contattarci: hello@exchangetheworld.info. Altre foto di Machu Picchu le trovi sulla nostra FanPage: facebook.com/exchangetheworld.info

 

 

 

Share on Facebook
Please reload

RELATED | POWIĄZANE

Please reload

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon

YouTube

We are Anna and Andrea, a Polish-Italian couple traveling around the world. We are looking for changemakers,

in order to describe and share their stories.

Our journey is based on exchange: story telling and other skills in exchange for a place to sleep and food. 
 

Join the GoodNewsLetter