Come siete riusciti ad arrivare in Italia durante il coronavirus?

 

#AskAQuestion - Come siete riusciti ad arrivare in Italia durante il coronavirus?

Alcuni di voi hanno chiesto ad Anna com'è riuscita a entrare in Italia con tutti i confini chiusi. La risposta è molto semplice: l'Italia non ha mai effettivamente chiuso i confini per gli stranieri. Tanto adesso nessuno vuole andarci, quindi... È difficile entrare in Italia perché la maggior parte dei mezzi di trasporto sono bloccati, ma non vi sono restrizioni ufficiali imposte specificatamente per questa crisi (almeno non fino a marzo). Nessuno ha chiesto nulla ad Anna da quando siamo sbarcati a Roma, anche se non è registrata qui, non siamo imparentati, ecc. Le hanno chiesto dove sarebbe stata, ma non hanno mai chiesto a che titolo. Questo è anche il motivo per cui siamo in Italia in questo momento. La Polonia non era così aperta, ad Andrea non sarebbe stato permesso di entrare. Sì, sì, sappiamo che se fossimo sposati sarebbe più facile. ;) Chissà, magari potrebbe essere almeno un conseguenza positiva del coronavirus. ;)

Se hai altre domande - sul nostro viaggio, le esperienze, la situazione attuale, i pensieri, sui changemaker che abbiamo incontrato o su qualsiasi altro argomento - scrivici o scrivi la tua domanda in un commento e promettiamo di rispondere! 

Share on Facebook
Please reload

RELATED | POWIĄZANE

Please reload

  • White Facebook Icon
  • White Instagram Icon
  • White YouTube Icon

We are Anna and Andrea, a Polish-Italian couple traveling around the world. We are looking for changemakers,  in order to describe and share their stories.

Our journey is based on exchange: story telling and other skills in exchange for a place to sleep and food. 
 

Join the GoodNewsLetter